:esteva
Messicano, attivista sociale e “intellettuale deprofessionalizzato”- come lui stesso si è definito – cofondatore della Universidad de la Tierra di Oaxaca, continuatore del pensiero di Ivan Illich di cui fu amico e collaboratore, consulente dell’EZLN (Esercito Zapatista di Liberazione nazionale) nella stesura degli Accordi di San Andrés, partecipante nel 2006 all’esperienza della Assemblea popolare dei popoli di Oaxaca – APPO, una moderna esperienza insurrezionale che può evocare la “Comune di Parigi”.
Autore di vari libri e di innumerevoli articoli, attento osservatore delle articolazioni assunte dal capitalismo contemporaneo in America Latina e nel mondo, interprete e analista della molteplicità di risposte che dal basso – movimenti sociali, mondo indigeno-campesino, marginali urbani – oppongono resistenza e costruiscono alternative sociali alle relazioni di potere imposte dal mercato e dallo Stato.

EDITORIALI DI GUSTAVO ESTEVA SU LA JORNADA

Testi sul sito:

Per una riflessione sui commons: tre punti nevralgici

Fratture

Morte e trasfigurazione

Nuovi ambiti di comunità (Collana ‘Voci da Abya Yala‘)

Crisi sociale e alternative dal basso.

I suoi libri disponibili in Italia:

Elogio dello zapatismo, Fondazione Neno Zanchetta, Lucca 2005
La Comune di Oaxaca, Ediz. Carta / Fondazione Neno Zanchetta / Caffè Basaglia, Roma 2006
(Ormai introvabili nelle librerie, questi due libri possono essere richiesti a aldozanchetta@gmail.com)
L’insurrezione in corso, Asterios Editore, 2012 http://www.asterios.it
Senza insegnanti. Descolarizzare il mondo, Asterios Editore, Trieste 2013

Dall’estate del 2013 traduciamo i suoi articoli quindicinali pubblicati su La Jornada, uno dei più importanti quotidiani messicani e latinoamericani. L’elenco completo è reperibile in italiano su http://www.comune-info.net e su http://www.kanankil.it, dall’aprile 2014 appaiono anche su questa pagina.

 

Annunci