la-jornada-logo-piccolo

Ogni quindici giorni, il quotidiano La Jornada di Città del Messico, una delle più importanti voci indipendenti del continente americano, pubblica un breve editoriale di Gustavo Esteva. Si tratta di riflessioni eterogenee, che spesso partono da qualche notizia di interesse locale, qualche evento accorso “in alto” o “in basso”, per proporre analisi di respiro più ampio, che possono toccare argomenti diversi ma che seguono un filo rosso sempre riconoscibile: l’analisi delle multiformi manifestazioni dell’ordine neoliberale, e la ricerca di punti deboli, interstizi e crepe in cui si muovono le pratiche antisistemiche che Esteva definisce “l’insurrezione in corso” e l’elaborazione di nuovi paradigmi.

Il Messico di questi anni è indubbiamente un laboratorio, uno dei luoghi di cerniera tra il “primo mondo” e gli altri mondi, in cui le fratture e le contraddizioni del sistema economico e politico egemone si esprimono più violentemente. Le cronache di quello che sta succedendo in Messico, opportunamente selezionate ed analizzate da un occhio acuto come quello di Esteva, sono un punto di osservazione privilegiato sullo stato dell’aggressione capitalista globale, e anche sullo stato delle sue molte resistenze.

Per queste ragioni circa un anno fa, quando Gustavo Esteva venne in Italia per incontrare realtà di lotta e di alternativa da nord a sud, ci venne l’idea di diffondere la sua voce bisettimanale anche qui, traducendo i suoi editoriali e diffondendoli dapprima su http://www.comune-info.net e http://www.kanankil.it, da oggi anche sul nostro blog.

 

Annunci